venerdì 11 marzo 2011

non c'è più la voglia o la forza di indignarsi...

Forse il trucco è dirne talmente tante una dietro l'altra e combinarne talmente tante che, alla fin fine, tutto appare così surreale e non ci si indigna nemmeno più.
Non si può nemmeno pensare, però, che tutta sia sempre una battuta.
Che dire?
Umberto Bossi, ministro della Repubblica, si è vantato che in Lombardia ci sarebbero le armi per la secessione.
Il premier indice una conferenza stampa per spiegare il nuovo disegno legge di riforma della giustizia e lì, per esser chiaro e farsi capire, sfodera una vignetta.
Il premier afferma candidamente che la riforma della giustizia eviterà "l'esondazione, l'invasione della magistratura nella politica e quelle situazioni che hanno portato nel corso della storia degli ultimi venti anni a cambiamenti di governo, a un annullamento della classe dirigente nel '93".
Forse ricordo male, ma la classe dirigente del '93 non era formata da corrotti??
Da gente che è scappata ad Hammamet per non fare un giorno di galera?
Non era quel tipo di far politica (rubando) che ha "costretto" un cavaliere a scendere in campo?
Poi pare che in tutto lo spot del governo sui 150 anni dell’unità d’Italia non si pronuncia mai la parola Italia.
Inoltre, a soli due mesi dall’inizio dell'anno, sono già 22 i capoluoghi che hanno superato i 35 giorni di sforamento delle polveri sottili (Pm10) consentito per legge.
E poi il bunga bunga, l'Olgettina o Orgettina...etc etc etc
Stufa.

2 commenti:

Anonimo ha detto...

Ma non ce nulla per cui indignarsi!!
Al massimo ci si può indignare di quello
che viene trasmesso su Rai 2 il giovedì sera e
e quello ce viene trasmesso tutti i giorni
su Rai 3! Indovina ko sono??? Kisses...

Maffie ha detto...

Un mio amico della Lega! Purtroppo...