martedì 6 dicembre 2011

Il viaggio che non avrei voluto fare..



Io e la mia sorellina quindi abbiamo coscientemente deciso di prendere il 23.00 da Milano Centrale direzione Taranto, arrivo ore 10.09 (tra parentesi questo treno arriva fino a Reggio Calabria, volendo, comodo, comodo alle 18.00 del giorno dopo!!! o.O).
La Stazione Centrale di Milano è diventata bellissima, modernissima quasi irriconoscibile, solo quella.
L'Inter City Notte non è cambiato di una virgola purtroppo.
Al di là del gruppo di indiani/pakistani con bellissime coperte dalle svariante tonalità del vagone accanto al nostro, il viaggio è stato uno spettacolo di personaggi...

Il primo ci ha tenuto compagnia fino a Piacenza: "il flautista in nero" barba nera folta, cappellino di lana nero, giaccone nero, jeans neri ... un borsone pure nero da cui spuntava una scatola lunga e piatta in legno dove , spero, conservasse un flauto. E' entrato nello scompartimento si è seduto senza togliersi nulla e ha cominciato a fissare il sedile davanti (vuoto) dondolando su se stesso... bah!

Appena il "flautista in nero" è sceso ... ecco a Voi... Carmelo da Arcore! "scusate posso sedermi con voi?!" "sì, sì, non c'è problema" .
Niente giacca, niente valigia nulla... mmmmmh ... "dove andate?" e noi " a Taranto" "io a Reggio Calabria" ..mmmmmh....
va bhe... ma almeno i documenti li aveva..perché ovviamente è arrivata, verso la una di notte, la Polfer che, viste le nostre facce da pericolose malviventi, ha controllato subito i nostri documenti e anche i suoi.

Il nostro nuovo compagno di viaggio si è trasferito da Reggio ad Arcore per lavoro e ci attacca un bottone infinito... parlando della leggenda Berlusconi ad Arcore, atteso che nessuno l'ha mai visto nella realtà, ma però il figlio PierSilvio sì perché va dal parrucchiere lì, vicino al Roxi Bar... e pure i Bodyguard...ed il barrista!
Ci mostra la frattura del suo naso e ci racconta tutta la storia delle sue visite a Imola, dove però gli hanno chiesto 3.500 Euro a pagamento, e quindi è in lista d'attesa da due anni.. mah...Mi racconta del suo lavoro come operaio in una Ditta vicino Agrate.. etc etc.. insomma di dormire non se ne parla...

Intanto arriviamo a Bologna, li si aggiunge alla combriccola un loschissimo individuo, che probabilmente non si lavava dal 2001, farfugliava cose assurde al telefono tipo "a Roma, come si son messe le cose non mi piace.. quelli credono di essere ancora nel 1968...":-O.
Ora, ma alle 4.00 del mattino di giovedì con chi mai stai parlando???? e soprattutto lavati chiribbio!!! Scende a Pescara... Grazie a Dio!

Alla settima volta in cui mi controllano il biglietto ho deciso che rinuncio a dormire e leggo... il ritorno? 
In aereo! :-)

5 commenti:

gap ha detto...

ecco, secondo me, l'intercity notte lo usano per studiare personaggi da film

Maffie ha detto...

Sì hai ragione! E' terreno fertile per scrittori e sceneggiatori! :-)

metiu (casalingo disperato) ha detto...

ho letto sul giornale che hanno appena arrestato un famosissimo boss. aveva in tasca un biglietto dell'intercity notte.
ciao smaf :)

Maffie ha detto...

Ahahah! In effetti, guardando le foto, mi sembrava una faccia già vista...:-)

Marianna ha detto...

Cioè io l'intercity notte l'ho preso l'anno scorso per la prima volta era un Roma/Taranto... MAI PIU' NELLA VITA!!!! fino all'arrivo a Taranto è stato un via vai di personaggi da incubo fortuna che anche io viaggiavo con mia sorella ^_^ smack