martedì 4 dicembre 2012

Lo scontro finale

Oggi a pranzo (cioè esattamente tra dieci minuti) ho l'ennesimo incontro/scontro finale con chi in questi mesi mi ha mandato in aria il cervello e di cui ancora poco ho qui raccontato. Ma presto farò un riassunto degli aneddoti più divertenti.
Quando li ho narrati al mio autista/confidente (di bus) lui mi ha guardato incredulo dicendomi: "Ma hai una calamita per gli stronzi!"
Va bhe, al di là di questo, un collega mi ha guardato stamattina e sorridendo mi ha detto "Sono contento, hai deciso di combattere!" 
E adesso uscendo mi ha puntato il dito dicendomi: "Ricordati Dirty Dancing: Nessuno mette Baby in un angolo!"
Ahahahah! Sento lo stomaco sotto sopra e i brividi lungo la schiena. Non sono pronta per combattere in realtà, perché ho già deciso di perdere e rinunciare all'unica persona che dopo tanto tempo mi ha fatto provare la sensazione meravigliosa delle farfalle nello stomaco e ha risvegliato così tanto i miei ormoni che nemmeno l'intera Treccani di 50 sfumature di grigio, nero e rosso..avrebbero potuto far tanto.
Ma per lui non è il momento e io non ho più voglia di accontentarmi.

3 commenti:

Zia Atena ha detto...

Ora me ne uscirò con un banalissimo "ti capisco".
Ma purtroppo o per fortuna è la verità..
Ho iniziato a pensare che sia un problema generazionale..solo perchè non voglio pensare che sia un problema io..
Pare che per nessun uomo sia mai il momento..

Ma alla fine mi chiedevo "che cazzo di momento cercano?"
BOH!

Maffie ha detto...

forse non è il momento o molto più probabilmente non era semplicemente quello giusto e io quella giusta...in questo momento..

metiu (casalingo disperato) ha detto...

maffie avrai mica usato il nuovo ombrello per percuoterlo?
ho detto la cazzata, ok.
un abbraccione